Opinioni

Sergio, nessuno come te

Sergio Zanardi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Il caso ha voluto che dopo averti salutato ieri, mi trovi oggi in viaggio verso Bologna. La tua città. E non potevo cavarmela con un post su Facebook. Con te perdo un amico e un punto di riferimento, culturale e professionale.

Da giornalista professionista hai raccontato il mondo su diverse testate prestigiose. Hai conosciuto tantissime località turistiche. Nessuna però ti ha mai colpito quanto la Calabria.

Potevi vivere ovunque. Hai scelto Belmonte Calabro e quando hai deciso di avviare un tour operator per promuovere e vendere quella che definivi la terra più bella del mondo, non hai ascoltato chi ti demoralizzava. Lo hai fatto, punto e basta.

Non ho mai conosciuto una persona che amasse la Calabria quanto te. Nessuno. E il fatto che non sei calabrese dovrebbe far riflettere. Primi tra tutti, i giovani calabresi. Ed è per questo che racconto sempre con orgoglio la tua esperienza quando parlo di turismo e Calabria.

A volte ti cercavo per parlarti di idee e progetti, per farti leggere i post del mio Blog prima di pubblicarli e per sentirmi dire ciò che nessuno, nella terra del “chi te la fa fare”, mi dice mai.

Con lo scherzetto di ieri mi hai fregato, caro Sergio. Avevo quasi deciso di mollare con la Calabria. Adesso non posso più farlo. Ancora una volta, a modo tuo, hai parlato dritto al cuore.

Buon viaggio amico mio!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
Potrebbero interessarti anche
Le destinazioni turistiche e l'alibi dei trasporti
Le destinazioni turistiche e l’alibi dei trasporti
The Floating Piers. Quando un’opera d’arte muove mezzo milione di turisti in 16 giorni