Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Matera, simbolo di quale Sud?

Matera è la prima città del Sud a essere scelta come Capitale Europea della Cultura per il 2019. Un successo strepitoso, ottenuto grazie al desiderio di riscatto di tutta la comunità e al duro lavoro di tantissime persone. Matera è meravigliosa, punto. 

Matera è il simbolo del sud che vuole innovare“. Ho seguito la noiosa cerimonia inaugurale trasmessa in diretta su Rai Uno e ascoltato con attenzione le emozionanti parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sull’importanza di questo risultato per tutto il Sud d’Italia e i Sud d’Europa. Le condivido tutte.

Lorica tra 30 anni? Esiste già. Ecco dove si trova.

Lorica è una località turistica situata tra i monti della Sila, in Calabria, nota per la bellezza del suo paesaggio e del lago Arvo, per il comprensorio sciistico con impianti di risalita moderni inaugurati recentemente e per la sua centralità nel Parco Nazionale della Sila. Mi fermo con i complimenti perchè potrei sembrare troppo di parte :-).

Da diversi anni si parla delle potenzialità turistiche di Lorica, della Sila e della Calabria intera, e capita molto spesso di assistere e partecipare a tavoli tematici per discutere di cosa e come farlo.

Una scrivania, un computer e la statuetta "Umarell" per chi sceglie di lavorare da casa

Come lavorare da casa nel settore turistico

Muta il mondo del lavoro e nascono nuove possibilità: alcuni esempi che mostrano come tenersi al passo coi tempi senza orari d’ufficio. Due “mansioni digitali” per il turismo 

«Il mondo del lavoro sta cambiando». «Oggi è anche possibile lavorare da casa». Quante volte abbiamo captato espressioni di questo tipo? Forse, però, con un po’ più di coraggio, dovremmo compiere un passo ulteriore e discutere di alcuni chiari segnali, caso per caso. Possiamo così constatare che la strada per il cambiamento di questo mondo sia ormai tracciata, e quindi provare a occuparci di alcuni dettagli, tutt’altro che marginali. Oggi, c’è chi cerca un secondo lavoro da affiancare al primo, esistono infatti tanti freelance e si moltiplicano i sistemi di smart working aziendale. Ecco perché ho pensato di approfondire questo tema e di parlarvi di come sia possibile lavorare da casa occupandosi di turismo. 

privacy navigazione degli turisti digitali giuseppe naccarato facebook google

La raccolta dei dati migliora la navigazione dei turisti digitali?

 

Sono trascorse poco più di tre settimane dall’esplosione del caso Facebook-Cambridge Analytica (per un ripasso, qui trovate un sunto della questione spiegata bene). Il Guardian e il New York Times hanno pubblicato una serie di articoli capaci di far saltare il banco: i temi caldi riguardano l’utilizzo improprio dei dati sensibili e la privacy degli utenti sui social. Ma sappiate che non tutta l’analisi dei dati ha fini malevoli. Quindi, prima di raccontarvi come la raccolta dei dati migliora la navigazione dei turisti digitali, proviamo a vedere perché sia in corso una sorta demonizzazione di questo settore di ricerca. 

Edicole, librerie e agenzie di viaggi: un destino digitale?

 

Alcuni di voi già lo sanno: viaggio spesso… per lavoro. Purtroppo mi capita molto meno per piacere. E, come succede a tanti altri, mi ritrovo coinvolto (più o meno consapevolmente) in discussioni di ogni tipo: quando non si tratta di politica – aaarg! – uno degli argomenti in cui sono più stimolato riguarda il futuro di edicole, librerie, agenzie di viaggi… cioè, mi si chiede spesso se in casi di questo tipo si può già parlare di un irreversibile destino digitale. In una parola, mi si interpella sulla sorte di quei luoghi che, fino a poco tempo fa, offrivano un servizio locale indispensabile, cioè rispondevano a dei bisogni immediati, e di persone di ogni tipo.

Big Data e turismo

L’impatto dei Big Data sul turismo

La lettura del libro di Domenico Talia, intitolato La società calcolabile e i big data (Rubbettino), mi ha offerto alcuni spunti di riflessione che metto qui per iscritto. Dunque, chiediamoci, come accostarsi a questo tema? Dalla prospettiva particolare che guarda all’impatto dei Big Data sul turismo, dal modo in cui questo “argomento” ha rivoluzionato il nostro lavoro, la nostra quotidianità e il mondo imprenditoriale. 

Eccellenze turistiche? Milano, Expo e… il “caso Dublino”

Negli ultimi giorni ho avuto modo di riflettere sul contenuto di un articolo di Andrea Zhok pubblicato sull’Espresso e intitolato La retorica dell’eccellenza è una truffa. L’invito a leggerlo è implicito, ci ritornerà utile ogni qualvolta parleremo di eccellenze turistiche. Intanto, mi permetto di avanzare qualche considerazione. Il punto di vista espresso da Zhok non mi trova completamente d’accordo, giacché esprime una posizione radicale e tutta in pars destruens. 

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi sulla tua email le novità dal mondo del Turismo e dei Beni Culturali